rottamazione saldo e stralcio proroga

Rottamazione-ter, saldo e stralcio Parte 2

Riapertura termini fino al 31 luglio 2019

2° Parte

Riservato alle persone fisiche che si trovino “in oggettive e certificate difficoltà economiche“. Ricorrendone i presupposti nel saldo e stralcio possono essere incluse tutte le cartelle di pagamento affidate all’Agente della Riscossione dal 1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2017, derivanti da tributi dichiarati e non versati, nonché dai contributi dovuti alle casse di previdenza. Sarà consentito l’estinzione dei debiti tributari e previdenziali, per le sole persone fisiche in difficoltà economica, a condizione che abbiano una ISEE non superiore ad Euro 20.000. In tal caso, è ammesso il pagamento del debito con lo stralcio di sanzioni ed interessi di mora, corrispondendo:

  • il 16% del dovuto se l’ISEE è minore di euro 8.500;
  • il 20% del dovuto se l’ISEE è compreso tra euro 8.500 ed euro 12.500;
  • il 35% del dovuto se l’ISEE è compreso tra euro 12.500 ed euro 20.000.

Per usufruire di tale agevolazione il contribuente dovrà presentare apposita istanza presso l’Agenzia della Riscossione entro il 31 luglio 2019. Si potrà optare per il pagamento delle somme dovute in unica soluzione, entro il 30 novembre 2019, o rateizzandole in un massimo di 17 rate, la prima rata pari al 20% del dovuto da versarsi entro il 30 novembre 2019, le restanti rate dovranno essere versate ogni trimestre a decorrere dal 28 febbraio 2020.

 

Dott. Manuele Mancini

Dottore Commercialista

Consulente del Lavoro – Tributarista

 

Lo studio Mancini resta a vs. completa disposizione per ulteriori informazioni

(Articolo letto 1090 volte)