registro dei corrispettivi 2018 commercianti

Dal 1 Luglio 2019… Stop al Registro dei corrispettivi.

In virtù di quanto stabilito dalla nuova Legge di Bilancio ( art. 17 D.L.119/2018), i commercianti al minuto, e soggetti assimilati, artigiani, parrucchieri, ristoranti, bar, che nel 2018, hanno conseguito ricavi superiori a 400 mila euro, dal 1° luglio 2019 ( dal 1°gennaio 2020 per tutti gli altri), hanno l’obbligo di trasmettere all’Agenzia delle Entrate l’ammontare complessivo degli incassi giornalieri, tramite registratori di cassa telematici, anche per le giornate in cui vi sia assenza di incassi Tale obbligo riguarda anche le imprese agricole che svolgono la vendita diretta a consumatori finali, che hanno optato per il regime normale IVA.

Per le spese sostenute per l’acquisto dei nuovi registratori di cassa verrà riconosciuto un credito d’imposta fino ad un massimo di 250 euro, compensabile tramite modello F/24. Venendo meno a tale obbligo si applicano le sanzioni previste dall’art. 12 comma 2 D. Lgs. 471/1977, ovverosia la sospensione a tempo determinato della licenza amministrativa.

(Articolo letto 540 volte)

Pubblicato in Ultimi articoli.